PROSPETTICIDIO: il lavaggio del cervello nelle relazioni tossiche

La perdita di identità è inevitabile dopo aver vissuto una relazione emotivamente devastante e manipolatoria.

È difficile comprendere quale sia il grado del lavaggio del cervello subìto, ovvero a che livello sia arrivata l’erosione dell'identità, fin quando non si esce definitivamente dall'abuso narcisistico.

Il controllo del narcisista sulla propria vittima è talvolta così sottile, subdolo e profondamente radicato, che spesso ci vogliono mesi, in alcuni casi anni, per ricominciare a gestire la propria vita.

E questo è comunque possibile solo dopo aver chiuso definitivamente la relazione abusante.


Il termine PROSPETTICIDIO deriva dall’unione di due parole: prospettiva e pesticida, ed è definibile come l’azione pesticida che va ad uccidere la prospettiva (quindi i pensieri) della persona che lo subisce.

È quindi considerabile come il comportamento di chi annulla le prospettive e gli atteggiamenti del partner, erodendone l’identità, attraverso un continuato e profondo lavaggio del cervello.


Con il prospetticidio, l'autore dell'abuso lentamente ti dissocia dalla tua prospettiva fino a quando non hai più pensieri tuoi.

L'obiettivo è quello di ottenere una perdita totale di identità nella vittima.

Dopotutto, è molto più facile controllare una persona quando non ha pensieri, opinioni e sentimenti propri.

È importante ricordare che il prospetticidio si riferisce a un gaslighting estremo e al profondo controllo con il quale il narcisista gestisce praticamente ogni pensiero che entra nella testa della vittima - anche se la vittima non se ne rende conto.

Quando si tratta di narcisisti, il prospetticidio è sempre l'obiettivo finale, questo perché i narcisisti non vogliono che tu pensi con la tua testa: vogliono che tu pensi con la loro testa.



QUALI SONO LE STRATEGIE ATTRAVERSO LE QUALI UN NARCISISTA METTE IN ATTO IL PROSPETTICIDIO?


La maggior parte dei narcisisti non esce mai allo scoperto e si muove in modo sottile, facendo credere alla vittima che sia nel suo interesse seguire i diktat del proprio carnefice, considerando la mancata aderenza un vero e proprio affronto personale.

Un narcisista utilizzerà le delicate implicazioni derivanti dal senso di colpa e dalla svalutazione per renderti completamente dipendente da lui per tutti i tuoi pensieri e le tue azioni.

Tutto questo è esattamente ciò che porta ad una perdita di identità o a un prospetticidio.

Una perdita totale di identità non avviene da un giorno all'altro, ma gradatamente.

Il narcisista implementa le proprie strategie giorno dopo giorno al fine di ridurre lentamente la percezione che hai di te stessa, della relazione e del mondo che ti circonda.


1) IL TRAUMA BONDING, ovvero il LEGAME TRAUMATICO:

Mi riferisco qui alle montagne russe emotive, caratterizzate da violenti combattimenti psicologici ed affettivi, seguiti da fugaci momenti d’amore artificiale per consolidare un legame basato sul trauma.


2) L’EMPATIA COGNITIVA:

Questa è definibile come empatia senza compassione, ed è un prerequisito basilare delle torture psicologiche.


3) SVALUTAZIONE E SENSO DI COLPA:

Quando si cerca di esprimere un'opinione con un narcisista - anche su cose banali - ci si sbaglia.

E anche se non ti sbagli, il solo fatto di avere un'opinione offende il narcisista.

Questo ti porta a credere che i tuoi pensieri siano sbagliati e, gradualmente, a mettere in discussione il tuo intero sistema di valori e credenze.



QUALI SONO I SEGNALI DI UNA CRISI D’IDENTITA’?


Un narcisista farà tutto il possibile per rimuovere ogni opinione, ogni punto di vista, ogni pensiero che hai, fino a quando non avrai raggiunto una completa perdita di identità.

Di seguito i principali segnali d’allarme:


  • Fai fatica a parlare di te stessa al di fuori delle definizioni che di te ha dato il narcisista

  • Senti come se la tua vita mancasse di uno scopo o di una motivazione reale

  • Prima di prendere qualsiasi decisione, ti chiedi cosa direbbe il narcisista

  • Ti senti a disagio quando sei lontana dal narcisista e temi di fare o dire qualcosa di sbagliato

  • Ti senti come se vivessi con il pilota automatico, diventando una spettatrice passiva della tua stessa vita

  • Non riconosci più la persona che sei diventata rispetto a quella che eri

  • Abbandoni gli amici e i familiari

  • Rinunci o perdi occasioni lavorative

  • Ti concentri molto sul tuo aspetto estetico perché il narcisista ti costringe e/o è l'unica parte tangibile di te stessa che puoi sapere che esiste senza alcun dubbio



COSA PUOI FARE?


Uscire da queste situazioni non è facile.

Dopo tutto, i narcisisti sono i nostri mariti, padri, fratelli. Sono i padri dei nostri figli.

Eppure, il NO CONTACT è l'unico modo per liberarsi degli abusi dei narcisisti e della loro perdita di identità per sempre.

Potrebbe sembrarti un'impresa impossibile in questo momento, ma ne uscirai più forte, più decisa e con una percezione di te stessa migliore che mai.

Meriti di avere i tuoi pensieri e le tue opinioni, e meriti di fare le tue scelte.


Non sei inutile.

Non sei non amabile.

Non sei una nullità.


Puoi costruire e costruirai un nuovo senso di identità. Più forte.

Il recupero dalla perdita di identità e dall'abuso narcisistico inizia ora.

Non lasciare che la perdita di identità e i sentimenti di inutilità dovuti agli abusi che hai subìto ti trattengano ancora.

Se stai sperimentando qualche sintomo di crisi d'identità, chiedi immediatamente aiuto ad un terapeuta esperto.


Oggi è il giorno in cui dici Basta!



Prospetticidio