LA MASCHERA DEL NARCISISTA

L’obiettivo principale di un narcisista è quello di proteggere la propria vulnerabilità al fine di non essere mai ferito, umiliato, abbandonato, tradito.

A tal fine sviluppa una maschera di grandiosità, fascino, carisma, dolcezza, potere, ed è proprio questa maschera che va a garantirgli uno status di supremazia emotiva e psicologica sull’altro. Ma perché questa maschera non diventa mai essenza? Cos’è che fa sì che, nello sviluppo di questo Disturbo, la capacità mimetica ed imitativa, che pure il narcisista ha, non lasci il posto alla strutturazione di una autenticità sana? Drammaticamente, il patologico distacco affettivo che sottende la formazione del narcisismo mina totalmente le capacità empatiche dell’individuo, rendendolo emotivamente analfabeta. È per questo che, pur essendo in grado di imitare un comportamento empatico, un narcisista non ha mai la reale capacità di sentire ciò che determina nell’altro attraverso i propri comportamenti. E questo avviene sia nella fase del love-bombing, durante la quale un narcisista ricava rifornimento positivo, sia nella fase della svalutazione, caratterizzata dall’ottenimento del rifornimento negativo. È come se il narcisista non fosse in grado di vivere pienamente il legame c